venerdì 14 aprile 2017

Recensione "Storie della buonanotte per bambine ribelli"

Buon venerdì Lettori! Pasqua è alle porte, che programmi avete per il weekend e per la settimana di vacanza che sta per iniziare? Io vi anticipo che, dopo la puntata di domani di In My Mailbox, metterò in pausa l'Antro fino a domenica 23, così da godermi la compagnia della mia MAU Angelica. Adesso però vi lascio con la recensione di uno dei volumi più chiacchierati del momento!

  Alle bambine ribelli di tutto il mondo:
sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia.
E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi.


Titolo: Storie della buonanotte per bambini ribelli
Autore: Francesca Cavallo & Elena Favilli
Prezzo: 19,00€
Pagine: 211
Pubblicazione: 2017
Editore: Mondadori

Valutazione
     
Trama: C'era una volta... una principessa? Macché! C'era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n'era un'altra che diventò la più forte tennista al mondo e un'altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle. Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kahlo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e ritratte da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo. Scienziate, pittrici, astronaute, sollevatrici di pesi, musiciste, giudici, chef... esempi di coraggio, determinazione e generosità per chiunque voglia realizzare i propri sogni.


Quando le cose diventano difficili, tu diventa ancora più forte.
- Amna Al Haddad, sollevatrice di pesi -

Avete presente quando non riuscite a togliervi dalla testa un libro, dopo averlo sfogliato in libreria? A me è successo con Storie della buonanotte per bambine ribelli, una raccolta di biografie che è subito riuscita a farmi innamorare. Ho deciso di acquistarlo pochi giorni dopo la sua uscita, seguendo l'istinto, e ora non posso che consigliarlo a tutti. Dopo le pesanti critiche ricevute - che probabilmente hanno solo aiutato a farlo conoscere ancora di più - ci tengo a fare una piccola premessa: in questo volume sono raccolte le storie di 100 donne che hanno in qualche modo cambiato il mondo, 100 brevi biografie che non hanno come scopo quello di approfondire le vite di queste donne straordinarie, ma semplicemente quello di farle conoscere, e di piantare nel lettore l'incredibile seme della curiosità. Mettiamo da parte il titolo, che ha fatto tanto discutere, e concentriamoci sul contenuto, perché questo libro il suo dovere lo fa egregiamente. Per portare un cambiamento significativo bisogna iniziare da qualche parte, e trovo che la pubblicazione di questo lavoro, così come l'intensa operazione di marketing con cui è stata pubblicizzato, siano qualcosa di piccolo da cui partire.

Il desiderio di combattere per la libertà è più forte della paura.
 - Claudia Ruggerini, partigiana - 

Insomma, io l'ho trovata un'idea splendida! Più che un libro, questo lavoro è un'ideale, e il messaggio che trasmette è forte e positivo. Attraverso le storie di queste 100 donne si sprona il lettore a non arrendersi mai, neanche davanti alle difficoltà, neanche quando la meta sembra irraggiungibile, e questo invito non è rivolto solo alle donne, ma a chiunque voglia spendere un po' di tempo in compagnia di storie fantastiche. La cosa che più ho amato di questa raccolta, e che appunto ritengo sia proprio lo scopo della sua pubblicazione, è che è riuscito a farmi conoscere moltissime donne di cui non sapevo nulla. Ho letto le loro storie e sono corsa a informarmi, ho passato ore su Wikipedia, e la mia wish list librosa si è allungata a dismisura: ogni biografia o romanzo disponibile sulle donne che ho avuto modo di conoscere sono segnate nella mia lista di prossimi acquisti, perché quasi tutte le loro vite hanno saputo emozionarmi. In questo volume naturalmente sono riportate solo a grandi linee e in maniera molto soft, scelta più che ragionevole visto il target di lettore a cui è rivolto, ma anche quando non viene specificato che le donne di queste storie hanno dato la vita per ciò in cui credevano, trapela comunque il coraggio e la voglia di lasciare un segno che animava i loro cuori. Piratesse, regine, astronaute, sollevatrici di pesi, artiste e scienziate: Storie della buonanotte per bambine ribelli ci ricorda che possiamo essere quello che vogliamo, se non ci facciamo abbattere da nessuno, indipendentemente da dove nasciamo o dal colore della nostra pelle. I ritratti che accompagnano le biografie sono state create da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo, alcune hanno stili davvero particolari, e ognuna riesce in qualche modo a far emergere la determinazione delle donne che raffigurano. Personalmente ho deciso di prenderlo per quello che è: un'occasione per conoscere donne coraggiose, da cui prendere spunto e che ci invitano a lottare sempre per i nostri diritti e per i nostri sogni.

Quando tutto il mondo tace, anche una sola voce diventa potente.
- Malala Yousafzai, attivista -


16 commenti:

  1. L'ho puntato e ormai credo che lo prenderò nonostante il prezzo un po' esagerato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prezzo è altino, ma vista la quantità di illustrazioni secondo me li vale tutti :D

      Elimina
  2. Mi viene abbastanza da ridere sulla critica "ma c'è scritto troppo poco" o, addirittura, "non si fa in tempo ad affezionarsi al personaggio", ma affezionarsi cosa? Questo è solo il punto di inizio per le bambine/i bambini secondo me. Le illustrazioni sono degne di nota, stupende.❤ Prezzo altino, ma per tutto quello che offre sembra valere ogni singolo centesimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle critiche preferisco non esprimermi più di così... le trovo insensate.
      Sì, il prezzo è un po' alto ma ne vale la pena viste le illustrazioni :)

      Elimina
  3. A me piace davvero tanto tanto come idea! Mi piacerebbe davvero averlo tra le mani e provare a leggerlo! Grazie per questa recensione, mi ha fatto venire ancora più voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara! Se poi decidi di prenderlo fammi sapere che ne pensi! :D

      Elimina
  4. ...e fu così che lo comprai, condannando definitivamente il tavolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha vedrai che ne vale la pena! :D

      Elimina
  5. È inutile, ci sarà sempre qualcuno che vuole criticare. Anche lavori ben riusciti come questi. Lasciamoli fare. O bene o male, purché se ne parli, recita il proverbio. Ho letto solo poche storie, ma penso comunque che sia un lavoro più che valido, e io lo adoro. Già.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Sonia, in effetti credo che le critiche abbiano solo contribuito a farlo conoscere ancora di più, il che è solo un bene :) sono felice che ti stia piacendo ♥

      Elimina
  6. Questo libro è ormai un must have. Mi immagino già dei seguiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne facessero una versione maschile leggerei volentieri anche quella! :)

      Elimina
  7. Sembra davvero bello questo libro ne sento parlare spesso ultimamente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sta facendo molto scalpore in effetti, merita moltissimo ♥

      Elimina
  8. Azz, addirittura 5 stelle? Date da te sono come 100 stelle di qualsiasi altra persona ahahahah
    Sono contenta che ti sia piaciuto, io lo ho preso a metà prezzo tipo e conto di leggerlo presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 5 stelle tutte, le vale davvero ♥

      Elimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!